• Do.G.Ma. Servizi

Organizzazione agile: serve una HR Digital Transformation che punti sull'engagement delle persone

Di organizzazione agile si parla da tempo. Ma la pandemia ha creato piena consapevolezza nelle imprese che è urgente innovare per evolvere e competere. Come vincere la sfida con l’HR Digital Transformation e ambienti di lavoro connessi


Di fronte alla pandemia molte aziende hanno reagito con soluzioni di emergenza per garantire la continuità lavorativa. A un anno dall’inizio della crisi sanitaria diverse realtà hanno intrapreso il percorso per passare dall’eccezione a una nuova normalità, facendo tesoro dell’esperienza di questo periodo e sfruttando lo slancio collettivo al cambiamento che si è attivato. Altre imprese sono rimaste ferme allo spostamento del pc dalla scrivania in ufficio al tavolo della cucina. Ma la sfida è per tutti una sola: andare con urgenza verso l’organizzazione agile.


È un messaggio di cui le aziende sono in generale consapevoli: per evolvere e competere su uno scenario in costante evoluzione è necessario non smettere mai di innovare. Ma la realizzazione di un’organizzazione agile non è scontata.

Dai risultati dell’Osservatorio Zucchetti al quale hanno partecipato, tra luglio e settembre 2020, 710 imprese di diversi settori, territori e dimensioni aziendali, emerge che il 69% delle aziende ha analizzato gli aspetti positivi e negativi dei nuovi modi di lavorare, in ottica Smart Working. Ma dall’analisi emergono valori decisamente inferiori rispetto all’adozione di nuovi processi che favoriscano l’engagement e la responsabilizzazione dei collaboratori, nonché rispetto all’implementazione di nuove tecnologie; per esempio, le app per semplificare e rendere più diretta la comunicazione.


Dai dati raccolti sembra che le domande principali che si pone oggi la funzione HR siano: Che cosa è necessario fare? Come passare dalla consapevolezza all’azione?

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti